Spalek, con i consigli di Skriniar e sulle orme di Hamsik: primo gol al Brescia per l’attaccante slovacco

Spalek, con i consigli di Skriniar e sulle orme di Hamsik: primo gol al Brescia per l’attaccante slovacco

L’ala destra classe ’97 è arrivato a Brescia lo scorso gennaio

di Oscar Maresca

Spalek entra, segna e chiude la partita. Terza rete e tutti a casa. Brescia-Ternana 3-1, i lombardi si aggiudicano la sfida-verità contro gli ultimi in classifica. Seconda presenza stagionale e battesimo del gol in Italia per Nikolas Spalek, giovane attaccante slovacco arrivato a gennaio al Brescia dallo Zilina. In patria è stato spesso accostato a Lorenzo Insigne: dell’attaccante azzurro ha rapidità e capacità di inserimento. Ma la strada per diventare come il collega napoletano è ancora lunga. E Spalek lo sa bene: “E’ un grande complimento, niente di più. Mi fa sorridere“, ha dichiarato il giovane slovacco. Il ruolo è poi diverso: il classe ’97 gioca sulla corsia destra, Insigne agisce invece a sinistra. Il gol però è un vizio comune ad entrambi. Tanti quelli realizzati dall’azzurro, 21 centri e 23 assist in 103 gare allo Zilina i numeri di Spalek. Ventuno anni e una carriera da costruire. Nel giro della sua Nazionale già dall’Under 15. Dalla Slovacchia al Brescia. Più che Insigne, per rimanere in tema Napoli, i ricordi portano dritti dritti a Marek Hamsik. Il club lombardo ha scoperto l’attuale capitano della squadra di Sarri e l’ha lanciato nel calcio che conta. Il resto è storia recente. E ora anche Spalek spera di seguire le orme del suo connazionale.

IL SOGNO ITALIANO Se Hamsik in Italia ci è arrivato dallo Slovan Bratislava, Spalek ha raggiunto il bel paese dallo Zilina. Stesso club in cui ha militato un’altra grande scoperta del calcio nostrano: Milan Skriniar. L’attuale difensore dell’Inter e il neo attaccante del Brescia sono stati compagni di squadra nel club slovacco dal 2015 al 2016. “Ci scriviamo molto spesso, lo scorso fine settimana ero con lui. Ho visto la partita che ha giocato con l’Inter, dopo siamo andati in giro e abbiamo parlato. Abbiamo ricordato insieme i tempi del Zilina”, afferma Spalek. Diventati grandi amici in Slovacchia, oggi in Italia i due si ritrovano vicini. Geograficamente certo, nel calcio invece una categoria di differenza. Quella a cui ambisce Spalek, al suo primo gol in Italia, e con tanta voglia di fare bene. Con i consigli di Skriniar e sulle orme di Hamsik: inseguendo il sogno italiano. La strada è quella giusta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy